EDILIZIA: Riqualificazione energetica



La Finanziaria 2008 presenta novità in tema di risparmio energetico e fonti rinnovabili. Prorogata fino al 2010 l'agevolazione del 36% e le agevolazioni del 55% previste dalla Finanziaria 2007 per il recupero e la riqualificazione globale di edifici.

Prorogata per gli anni 2008, 2009 e 2010 l'agevolazione del 36% per le spese sostenute per il recupero del patrimonio edilizio nei limiti di € 48.000 per unità immobiliare e prorogate fino al 31/12/2010 le detrazioni per:
- riqualificazione energetica di edifici esistenti (55% di detrazione fiscale)
- coibentazione delle finestre, degli infissi e delle strutture opache verticali ed orizzontali (55% di detrazione fiscale)
- installazione di pannelli solari per la produzione di acqua calda (55% di detrazione fiscale)
- sostituzione di impianti di climatizzazione invernale con impianti dotati di caldaie a condensazione (55% di detrazione fiscale). La detrazione si applica ora anche alla sostituzione di impianti di climatizzazione invernale non a condensazione se effettuata entro il 2009
- sostituzione di frigoriferi e congelatori (20% di detrazione fiscale)
- acquisto ed installazione di motiri ad alta efficienza e inverter (20% di detrazione fiscale)

Le detrazioni fiscali possono ora essere ripartite in quote annuali uguali da tre a dieci anni, a scelta del contribuente all'atto della prima detrazione; inoltre non è più necessario l'attestato di qualificazione (o certificazione) energetica per l'installazione di finestre comprensive di infissi e di pannelli solari termici (art. 1, comma 24).

Estensione della detrazione fiscale del 55% (art. 1, comma 286):
Le disposizioni in materia di bonus fiscali nella misura del 55% si applicano anche alle spese relative alla sostituzione di impianti di climatizzazione invernale con pompe di calore ad alta efficienza e con impianti geotermici a bassa energia.

fonte: "L'Arena" di Verona, Speciale Edilizia del 18/04/2008